Qui si segue l’ultima decretazione in proposito  di Re Ferdinando II (1844-61) che divideva in regno in 15 province al di qua del Faro (parte continentale del regno con emblema il cavallo rampante napoletano) e 7 al di là del Faro (parte insulare del regno con l’emblema del triscele)  secondo i confini che la storia e la tradizione aveva  scolpito nei cuori dei duosiciliani.

al di qua del Faro                                          capitali          

  1. Napoli                                                 Napoli
  2. Terra di Lavoro                               Caserta
  3. Principato Citeriore                      Salerno
  4. Basilicata                                         Potenza
  5. Principato Ulteriore                     Avellino
  6. Capitanata                                       Foggia
  7. Terra di Bari                                     Bari
  8. Terra d’Otranto                               Lecce
  9. Calabria Citeriore                           Cosenza
  10. Calabria Ultra 2                               Catanzaro
  11. Calabria Ultra 1                               Reggio
  12. Molise                                                   Campobasso
  13. Abruzzo Citeriore                           Chieti
  14. Abruzzo Ultra 2                              Aquila
  15. Abruzzo Ultra 1                               Teramo

al di là del Faro                                             capitali

16. Valle minore di Palermo                Palermo

17. Valle minore di Messina                Messina

18. Valle minore di Catania                 Catania

19. Valle minore di Girgenti                Girgenti

20. Valle minore di Noto                     Noto

21. Valle minore di Trapani                 Trapani

22. Valle minore di Caltanissetta       Caltanissetta

N.B. Le province di allora corrisponderebbero alle attuali regioni italiane; mentre i distretti alle attuali province italiane

PROVINCIA DI NAPOLI

 

Capitale:  Napoli

Distretti:

Napoli

Casoria

Castellammare

Pozzuoli

 

Note: Napoli era chiamata metropoli perché capitale del Regno, più popolosa città d’Italia e tra le prime d’Europa.

………………………………………………………………………………………………………….

 

PROVINCIA DI TERRA DI LAVORO

Capitale:  Caserta

Distretti:

Caserta

Nola

Gaeta

Sora

Piedimonte

………………………………………………………………………………………………………….

PROVINCIA DI PRINCIPATO CITRA

Capitale:  Salerno

Distretti:

Salerno

Sala

Campagna

Vallo

 

Note: L’attributo di Citra è riferito alla sua vicinanza alla capitale Napoli rispetto ad altre province contigue

…………………………………………………………………………………………………………

PROVINCIA DI PRINCIPATO ULTRA

Capitale:  Avellino

Distretti:

Avellino

Ariano

S. Angelo de’ Lombardi

 

Note: L’attributo di Ultra è riferito alla sua lontananza alla capitale Napoli rispetto ad altre province contigue

………………………………………………………………………………………………………….

 

PROVINCIA DI MOLISE

Capitale:  Campobasso

Distretti:

Campobasso

Isernia

Larino

 

 

Note: Buona parte dell’odierna provincia di Isernia apparteneva a quella di Terra di Lavoro da Venafro  alle porte d’Isernia

 

…………………………………………………………………………………………………………

PROVINCIA DI BASILICATA

Capitale:  Potenza

Distretti:

Potenza

Matera

Melfi

Lagonegro

………………………………………………………………………………………………………….

 

PROVINCIA DI CALABRIA CITRA

Capitale:  Cosenza

Distretti:

Cosenza

Castrovillari

Paola

Rossano

 

Note: L’attributo di Citra è riferito alla sua vicinanza alla capitale Napoli rispetto ad altre province contigue

 

…………………………………………………………………………………………………………..

 

PROVINCIA DI ABRUZZO CITRA

Capitale:  Chieti

Distretti:

Chieti

Lanciano

Vasto

Note:  L’attributo di Citra è riferito alla sua lontananza minima dalla  capitale Napoli rispetto ad altre province contigue

 

…………………………………………………………………………………………………………..

 

SRabr-u-1bisPROVINCIA DI ABRUZZO ULTRA I

Capitale:  Teramo

Distretti:

Teramo

Penne

 

Note:  L’attributo di Ultra I è riferito alla sua lontananza massima dalla  capitale Napoli rispetto ad altre province contigue

 

…………………………………………………………………………………………………………..

 

PROVINCIA DI ABRUZZO ULTRA II

Capitale:  Aquila

Distretti:

Aquila

Solmona

Città Ducale

Avezzano

 

Note: Naturalmente Solmona è l’odierna Sulmona.  L’attributo di Ultra II è riferito alla sua lontananza massima dalla  capitale Napoli, rispetto ad altre province, contigue tanto da trattarsi della provincia più a nord del regno

 

…………………………………………………………………………………………………………..

 

PROVINCIA DI CAPITANATA

Capitale:  Foggia

Distretti:

Foggia

S. Severo

Bovino

 

……………………………………………………………………………………………………………………………………………….

PROVINCIA DI TERRA DI BARI

Capitale:  Bari

Distretti:

Bari

Barletta

Altamura

 

……………………………………………………………………………………………………………………………………………

 

PROVINCIA DI TERRA D’OTRANTO

Capitale:  Lecce

Distretti:

Lecce

Taranto

Brindisi

Gallipoli

 

……………………………………………………………………………………………………………………………………………….

PROVINCIA DI CALABRIA ULTRA II

Capitale:  Catanzaro

Distretti:

Catanzaro

Monteleone

Nicastro

Cotrone

 

Note: In quei tempi si diceva Cotrone e non Crotone. Monteleone è l’odierna Vibo Valentia. L’attributo di Ultra II è riferito alla sua lontananza massima dalla prima capitale del regno, Palermo, rispetto ad altre province contigue

 

………………………………………………………………………………………………………………………………………

 

 

PROVINCIA DI CALABRIA ULTRA I

Capitale:  Reggio

Distretti:

Reggio

Gerace

Palmi

 

Note:  L’attributo di Ultra I è riferito alla sua lontananza minima dalla prima capitale del regno, Palermo, rispetto ad altre province contigue

……………………………………………………………………………………………………………………………………..

VALLE MINORE DI MESSINA

Capitale:  Messina

Distretti:

Messina

Castroreale

Patti

Mistretta

 

Note: Valle sta per area provinciale, reame sotto la dominazione araba che distingueva  solo tre valli considerate maggiori rispetto alle sette del regno borbonico

………………………………………………………………………………………………………………………………..

 

 

VALLE MINORE DI NOTO

Capitale:  Noto

Distretti:

Noto

Siracusa

Modica

 

Note: la capitale è stata sempre Siracusa ma per dei disordini, con rinomanza internazionale, dovuti ad eccessi per l’epidemia di colera del 1837, la città fu declassata con la nomina a capitale di Noto

…………………………………………………………………………………………………………………….

 

VALLE MINORE DI CATANIA

Capitale:  Catania

Distretti:

Catania

Caltagirone

Nicosia

 

……………………………………………………………………………………………………………………………………….

 

VALLE MINORE DI CALTANISSETTA

Capitale:  Caltanissetta

Distretti:

Caltanissetta

Piazza

Terranova

………………………………………………………………………………………………………………………………………

 

VALLE MINORE DI GIRGENTI

Capitale:  Girgenti

Distretti:

Girgenti

Bivona

Sciacca

 

Note: Girgenti è l’odierna Agrigento

 

……………………………………………………………………………………………………………………………..

 

VALLE MINORE DI TRAPANI

Capitale:  Trapani

Distretti:

Trapani

Mazara

Alcamo

 

……………………………………………………………………………………………………………………………………..

 

 

VALLE MINORE DI PALERMO

Capitale:  Palermo

Distretti:

Palermo

Corleone

Termini

Cefalù

 

Note: Palermo era ben ricordata, anche geograficamente, come la prima capitale del regno fondato da Ruggero il Normanno