Il primo giorno della primavera 2021 ha visto l’uscita di un nuovo film sul cosiddetto brigantaggio post-unitario: IL MIO CORPO VI SEPPELLIRÀ. Chi conosce la vera e dettagliata storia di quel fenomeno che visse nei territori invasi delle Due Sicilie certamente troverà da ridire su parecchi aspetti della pellicola. Ma ci piace evidenziare alcuni suoi lati veramente innovativi assolutamente da divulgare in questo profondo periodo di crisi socio-economica. Innanzitutto l’ambientazione volutamente in Sicilia (anche se gran parte degli esterni sono girati nelle Puglie) anche per la scelta degli attori e della lingua perfettamente parlata. Ciò costituisce uno schiaffo sonoro e memorabile ai pennivendoli nordisti o sudisti (purtroppo) che hanno riportato una falsa tradizione che escludeva l’isola, culla del regno con Napoli capitale, dall’insorgenza popolare antiunità. Poi il gruppo di giovani del cast e del set, a partire dal regista palermitano La Pàrola, che avvertono palesemente l’emozione di trasmettere la verità sul risorgimento a cominciare dalla ferocia e dall’avidità degli italo-pienontesi, con il malcelato proposito di offrire un orizzonte sconfinato per la salvezza dell’attuale Meridione. Lampante in vari episodi è l’assimilazione di concetti che i pionieri degli anni Novanta hanno seminato a profusione… Infine l’onore concreto alla cosiddette brigantesse che non ebbero qualitativamente minore peso dei maschi nella difesa della patria duosiciliana. Sempre da noi, quando più oscuro è il momento storico, le donne hanno preso l’iniziativa di agire, obbligando così anche gli uomini più ritrosi a muoversi per il bene della comunità.

Pertanto il film è assolutamente da vedere nella sua varia disponibilità on line (Chili, Amazon, Google Play, Apple iTunes, Rakuten TV, Timvision, Infinity), specie in questo periodo di “arresti domiciliari” comminati dai tricolorati odierni, degni e stretti compari dei saccheggiatori, stupratori e assassini dell’Ottocento.

V.G.

Un interessante commento sul web: https://groenlandiagroup.com/it/portfolio/il-mio-corpo-vi-seppellira/

Il trailer:

Alcune istantanee:

Navi da guerra bombardano i briganti

La coccarda rossa con giglio dei briganti di Sua Maestà Francescoo II

L’ardito gruppo di brigantesse

Brigante (in siciliano non brigantesse) in azione contro i sabaudi